Pontassieve: prosegue il progetto “Caffè Alzheimer” dedicato a malati e famiglie

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Non solo farmaci, l’Alzheimer si combatte anche con un caffè, bevuto in compagnia insieme ai propri familiari fuori dalla mura domestiche. Alla Croce Azzurra di Pontassieve una serie di incontri – pubblici e gratuiti – per affrontare insieme la malattia.

Ma non solo, da questo mese il progetto “Caffè Alzheimer” si rinnova e oltre a proseguire le attività di socializzazione, importanti per il mantenimento delle facoltà cognitive dei malati di Alzheimer, raddoppia gli incontri e diventa un appuntamento per fornire un supporto informativo, di orientamento per la famiglie dei malati, che, grazie al sostegno di psicologi aiutano le famiglie a “decifrare” l’evoluzione della malattia e ad affrontare ad hoc la varie situazioni che – in molti casi diverse e diversificate – si presentano nella quotidianità.

Queste novità sono possibili grazie ad un nuovo finanziamento della Regione Toscana, al coinvolgimento della cooperativa Nomos e alla collaborazione di AIMA Firenze. Queste novità rendono inoltre il progetto Caffè Alzheimer di Pontassieve, l’unica esperienza a livello regionale con una cadenza settimanale.

“Siamo molto soddisfatti – spiega l’assessore alle politiche sociali del Comune di Pontassieve Cinzia Frosolini – di poter ulteriormente strutturare questo progetto, una importante realtà che grazie al lavoro dei professionisti e degli esperti della cooperativa Nomos, adesso offre nuove opportunità di incontro e socializzazione per i malati e soprattutto per i loro familiari occasioni di confronto”.

Gli incontri si terranno nell’Auditorium Lisetta Pratesi, all’interno della Croce Azzurra di Pontassieve (Via di Rosano) ogni venerdì: 9, 23 novembre e 7 e 21 dicembre dalle ore 15 alle 18 – 16, 30 novembre e 14 e 28 dicembre dalle ore 15 alle 17.

Share.

Scritto da

Leave A Reply

Facebook