Londa, “Giornata contro le guerre e le dittature”: l’invito del centrosinistra ad esporre bandiere della pace

0

Da prima la Sezione dell’ANPI Antonio Rogai, a seguire il Circolo ARCI, Il Centro Sinistra per Londa e l’Unione Comunale del PD di Londa hanno aderito alla “Giornata di mobilitazione internazionale Contro le guerre e le dittature, a fianco dei popoli in lotta per i propri diritti”  promossa dal Movimento pacifista Statunitense per sabato 25 gennaio.
Viene fatto proprio l’appello sottoscritto a livello nazionale e locale da numerose Associazioni pacifiste e “invitano tutti i cittadini e le associazioni di Londa ad esporre alle proprie finestre/davanzali e/o sedi la bandiera della pace come segno tangibile di sostegno a tutti i popoli che si battono per il proprio futuro di pace”.
Di seguito il comunicato:

SPEGNIAMO LA GUERRA, ACCENDIAMO LA PACE!
Giornata di mobilitazione internazionale Contro le guerre e le dittature, a fianco dei popoli in lotta per i propri diritti
“La guerra è un male assoluto e va ‘ripudiata’, come recita la nostra Costituzione all’Art. 11:
essa non deve più essere considerata una scelta possibile da parte della politica e della diplomazia”
La guerra non produce solo distruzione, ma cancella anche dall’agenda politica la questione sociale, oramai incontenibile ed esplosa nelle proteste delle popolazioni che hanno occupato pacificamente le piazze e le strade.
Non possiamo stare a guardare!
Dobbiamo gridare il nostro no alla guerra, alla sua preparazione, a chi la provoca per giustificare la produzione e la vendita di armi.
Manifestiamo il nostro sostegno alle popolazioni, vere vittime delle guerre, a chi si rivolta da Baghdad a Teheran, da Beirut ad Algeri, da Damasco, al Cairo, a Gerusalemme, a Gaza.
Fermare la spirale di violenze è responsabilità anche italiana e chiediamo al nostro Governo di farlo con atti concreti.
Per tutto questo invitiamo a aderire ed a partecipare alla GIORNATA DI MOBILITAZIONE INTERNAZIONALE DI SABATO 25 GENNAIO, promossa dal movimento pacifista statunitense contro la guerra, che per noi sarà una grande mobilitazione contro tutte le guerre e tutte le dittature, a fianco dei popoli che si battono per il proprio futuro.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply