Unione Montana dei Comuni del Mugello, 18 nuove postazioni di ricarica per veicoli elettrici grazie a Enel X Way: i dettagli

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

L’Unione Montana dei Comuni del Mugello si è fatta promotrice di un accordo per l’installazione di infrastrutture di ricarica dedicate ai veicoli elettrici, con l’obiettivo di creare sul territorio una rete capillare a disposizione dei nuovi mezzi ecologici che verrà realizzata da Enel X Way, la società del Gruppo Enel interamente dedicata alla mobilità elettrica.

Ad aderire sono stati i Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Marradi e Scarperia e San Piero. In tutto saranno 9 le infrastrutture previste (2 a testa per Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo e Scarperia e San Piero, 1 a testa per Marradi, Dicomano e Firenzuola) di cui 2 a ricarica rapida, per un totale di 18 postazioni di ricarica (due per ogni colonnina). I luoghi di installazione verranno individuati d’intesa con Enel X Way. L’obiettivo è  garantire una copertura capillare in tutto il Mugello con la possibilità di estendere in futuro la rete di ricarica.

Sono infatti due le tipologie di infrastrutture di ultima generazione che verranno utilizzate: le JuicePole da 44 kW (due punti di ricarica da 22 kW per ogni stallo) e le JuicePump, che permettono la ricarica in corrente continua fino a 75kW. In base anche alla capacità della batteria e del caricatore di bordo del mezzo, l’infrastruttura consente di effettuare una ricarica completa dai 30 minuti ad un’ora, ma già in un quarto d’ora è possibile ricaricare l’auto per oltre il 50% di disponibilità della batteria. L’installazione e la manutenzione delle infrastrutture saranno a cura di Enel X Way.

Le infrastrutture di ricarica potranno essere individuate, prenotate ed abilitate anche attraverso l’app di Enel X Way JuicePass. Grazie poi agli accordi di interoperabilità, che Enel X Way ha siglato a livello nazionale ed internazionale, si garantisce un’ampia fruibilità dei servizi di ricarica da parte dei clienti dei maggiori player del mercato della mobilità elettrica.

L’installazione delle infrastrutture di ricarica rientra nel Piano nazionale per la mobilità elettrica che vede Enel X Way impegnata nella realizzazione di una rete di ricarica su tutto il territorio nazionale. Il piano – che prevede una copertura capillare in tutte le regioni italiane attraverso l’installazione di stazioni di ricarica fino a 22kW (quick), stazioni fino a 75kW (fast), stazioni fino a 350kW (ultrafast) – è dinamico, flessibile e aperto a tutti coloro (enti pubblici e/o privati) che intendono collaborare per la crescita della mobilità elettrica in Italia e conta ad oggi su oltre 16mila punti di ricarica già installati.

“La transizione ecologica passa dalle azioni concrete, oltre che dalla collaborazione tra Enti e aziende – ha detto il presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello, Stefano Passiatore – “in questo caso l’aver agito a livello di Unione ci ha permesso di mettere le basi per creare una rete diffusa di postazioni per la ricarica di mezzi elettrici grazie a queste prime installazioni che presto verranno implementate con altre colonnine. Un grazie ai Comuni che hanno aderito e a Enel X Way per aver preso in carico un progetto con importanti ricadute territoriali che non ha costi di realizzazione per le nostre Amministrazioni. La cura dell’ambiente passa dalle scelte di tutti i giorni e dalla visione del domani su cui dobbiamo costruire le basi del nostro futuro”.

Continua quindi l’impegno del gruppo Enel verso una piena elettrificazione. Proprio il circuito di Scarperia ha ospitato per la prima volta FIM Enel MotoE™ World Cup, la coppa del mondo di moto elettriche. Lo scorso maggio, infatti, nella cornice del Mugello Circuit, si è tenuto il Gran Premio d’Italia MotoGP ed Enel X Way, Official Smart charging partner di MotoE, ha fornito la tecnologia per la ricarica delle moto elettriche in pista, la JuiceRoll Race Edition. Il Motorsport rappresenta per Enel X Way l’ambiente ideale per testare soluzioni innovative, da applicare poi alla vita di tutti i giorni.

Condivi su:
Share.

Scritto da

Redazione

Leave A Reply