Reggello, presentati i nuovi percorsi cicloturistici di Valdarno Bike Road: i dettagli

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Sport, benessere, turismo, sostenibilità ambientale, promozione del territorio. Sono questi i punti cardine del progetto “Valdarno Bike Road”, che nasce dall’idea di realizzare una serie di ciclo percorsi permanenti su strade bianche e non del Valdarno.

 

Segnaletica in loco e supporti digitali sono gli strumenti che consentono ai cicloturisti e agli sportivi di orientarsi lungo i tracciati, disegnati per collegare luoghi di interesse, punti di ristoro, strutture ricettive, musei e tutto quanto il territorio ha da offrire.

 

Il progetto si prefigge l’obiettivo di collegare ciclisticamente tutti i comuni del Valdarno con gli obiettivi principali di:

 

  • incrementare l’offerta turistica della vallata
  • dare visibilità alle attività economiche locali connesse al progetto
  • promuovere il rispetto dell’ambiente
  • creare un’infrastruttura stradale continuativa
  • incentivare e promuovere l’uso della bici come mezzo di trasporto
  • dare visibilità a borghi e località esterne ai circuiti classici e al Valdarno intero

 

Ad oggi vengono proposti 6 ciclo percorsi su strade urbane e extraurbane. Si tratta di itinerari di diversa difficoltà e lunghezza, che possono collegarsi tra loro, creando innumerevoli combinazioni. I tracciati sono disegnati sull’esperienza di percorsi già testati negli anni, utilizzando vie già esistenti e utilizzabili grazie all’inserimento di una cartellonistica di segnalazione.

 

I percorsi

 

  1. “LA VIA DELLA LIGNITE”: SAN GIOVANNI VALDARNO, CAVRIGLIA
  2. “LA VIA DEI FOSSILI”: MONTEVARCHI, CAVRIGLIA
  3. “LA SETTEPONTI E IL PRATOMAGNO”
  4. “LA VALLE DELL’INFERNO”: LATERINA PERGINE VALDARNO, TERRANUOVA B.NI, LORO CIUFFENNA
  5. “LA VIA DELL’OLIO”: RENDOLA, SAN LEOLINO, CENNINA, VEPRI, CAPANNOLE, BADIA AGNANO, PERGINE, MONTOZZI, BUCINE, CAPOSELVI, RENDOLA
  6. “LA VIA DEL FAGIOLO ZOLFINO”: TERRANUOVA BRACCIOLINI, LORO CIUFFENNA

I percorsi individuati soddisfano totalmente le aspettative sia di un ipotetico fruitore avanzato che del turista medio. In fase di attuazione il “Percorso delle Due Dighe Enel” che unirà in un anello le due principali dighe sul fiume Arno (Levane e La Penna) di proprietà di Enel Group. Tali percorsi sono sviluppati e valorizzati in partnership con Enel.

 

I percorsi individuati comprendono la viabilità comunale standard, la viabilità minore e varie strade di campagna, in parte strade bianche. Per questo è installata, oltre alla segnaletica direzionale, apposita cartellonistica informativa con lo scopo di:

  • indicare la presenza di un luogo dal particolare valore culturale, storico e ambientale;
  • indicare la presenza di punto di interesse turistico (es: Hotel bike-friendly, Cantine, Ristoranti, etc…);
  • indicare l’accesso in un determinato centro storico comunale;
  • mappe complete per la corretta fruizione dei percorsi, solitamente dislocate dei principali punti di accesso;
  • piccole mappe di localizzazione suddivise sull’intero tracciato.

 

Le mappe

 

Per scoprire tutti i percorsi disponibili e le opportunità che offrono, i livelli di difficoltà, le indicazioni generali sono disponibili sia le mappe cartacee ma soprattutto un sito web molto dettagliato.

All’indirizzo https://www.valdarnobikeroad.it/ si trovano tutte le informazioni necessarie e i percorsi scaricabili per le principali app di navigazione fruibili su smartphone.

 

I Comuni interessati

Gli Itinerari sono dislocati nei comuni di: Bucine, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Laterina Pergine Valdarno, Loro Ciuffenna, Montevarchi, San Giovanni Valdarno, Terranuova Bracciolini, Reggello e Figline Incisa V.no.

“Il Comune di Reggello è attraversato da numerosi sentieri e strade panoramiche da percorrere a piedi o in bicicletta – commenta Priscilla Del Sala, assessora allo Sport del Comune di Reggello. Il bike tourism è una forma di turismo che si è sviluppato in modo significativo negli ultimi anni consentendo di scoprire il territorio in maniera lenta e sostenibile. Siamo molto contenti di entrare a far parte del progetto promosso dall’Associazione Valdarno Bike Road, con il patrocinio della Regione e Toscana Promozione Turistica e il contributo di Confcommercio e Camera di Commercio di Arezzo – Siena. Sarà l’occasione per valorizzare il nostro patrimonio ambientale, culturale e storico attraverso la mobilità sostenibile su itinerari pianeggianti come la Setteponti o più montani come i percorsi della Foresta di Sant’Antonio o della Riserva di Vallombrosa. Valdarno bike road ha l’obiettivo anche di valorizzare le attività economiche locali   – conclude Del Sala – coinvolgendo attrattori e gli operatori turistici e unendo il Valdarno aretino a quello fiorentino”.

 

“Il crescente sviluppo del turismo slow e il grande interesse che i turisti hanno riscoperto per i nostri territori, grazie al successo del cicloturismo ed in genere della passione per le due ruote, ci ha spinto in quest’ultimo anno a rafforzare ulteriormente le nostre iniziative ed il ventaglio dei servizi – spiega il presidente dell’Associazione Valdarno Bike Road, Francesco Fabbrini.

Il poter ampliare il raggio di azione della nostra Associazione, incrementando percorsi sulle strade del comune di Reggello, rappresenta un ulteriore passo avanti per la Valdarno Bike Road.

Il comprensorio reggellese è da sempre vocato al grande ciclismo; parte integrante della Setteponti, un collegamento diretto con i fondovalle del Valdarno Fiorentino e Aretino, Vallombrosa, il crinale del Pratomagno sono tutte aree che sanno offrire innumerevoli possibilità ai ciclisti ed ai turisti in genere”.

 

“Enel sostiene il progetto Valdarno Bike Road, a partire dai percorsi cicloturistici nel contesto più unico che raro dell’area mineraria di Santa Barbara e nelle oasi naturalistiche delle centrali idroelettriche di Levane e La Penna – commenta Riccardo Clementi, referente Enel Comunicazione Toscana e Umbria – Si tratta di iniziative che coniugano sostenibilità ambientale, economia circolare, energia rinnovabile, l’unica strada innovativa e lungimirante a nostra disposizione in questo periodo storico. Per il Gruppo Enel l’approccio sostenibile è l’unico in grado di orientare le scelte che riguardano il presente e il futuro, non solo nel settore energetico. In questo scenario, operare insieme a Valdarno Bike Road per valorizzare le terre del Valdarno aretino e fiorentino, l’ecosistema fluviale, le energie dei territori, le bellezze naturalistiche ed artistiche attraverso progetti di turismo sostenibile, in collaborazione con Istituzioni e Associazioni, significa creare valore condiviso e contribuire allo sviluppo innovativo ed armonico delle comunità locali”.

 

“Il cicloturismo sta diventando una realtà sempre più importante per il nostro territorio – spiega il presidente di Confcommercio Valdarno Laura Cantini – Dopo il Valdarno aretino i percorsi della Bike Road arriveranno in provincia di Firenze, a Reggello, a conferma di quanto il nostro format sia coinvolgente e prezioso per tutta la filiera del turismo e del commercio: i partecipanti, infatti, si trasformano in clienti sempre più affezionati alle attività del nostro territorio. Confcommercio, anche in questa occasione, farà la sua parte per la riuscita dell’evento”.

Condivi su:
Share.

Scritto da

Redazione

Leave A Reply