(AUDIO) Regione Toscana, via libera al secondo ponte che unirà Reggello e Figline Incisa: le parole del consigliere regionale Benucci (Pd) e del sindaco reggellese Giunti

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Via libera da parte della Regione Toscana allo schema di accordo di programma per il secondo ponte sull’Arno che unirà i territori di Figline Incisa e Reggello: la nuova infrastruttura permetterebbe di far defluire il traffico su due ponti invece che sull’attuale unico attraversamento. Il progetto era in cantiere dal 2012.

La notizia è importante e attesa: anche la Città metropolitana approverà nei prossimi giorni lo schema di accordo. Si tratta di una notizia che porta a termine tutta la procedura, spiega Cristiano Benucci consigliere regionale del Partito Democratico:

 

“Il mio auspico – prosegue  Benucci – è che, concluso positivamente l’iter dell’accordo di programma, si possa procedere rapidamente all’incarico di progettazione per capire la fattibilità e il costo del nuovo ponte e quindi poter programmare i passaggi successivi relativi alla realizzazione. La Regione ha infatti stanziato 200.000 euro per finanziare un progetto di fattibilità tecnico economica dell’opera necessaria per valutare, in base alle vigenti normative, la fattibilità e il costo del nuovo ponte”.

“Questo finanziamento – conclude il consigliere Pd a Palazzo del Pegaso – è stato inserito in origine proprio grazie ad un emendamento del gruppo del Partito Democratico e successivamente aumentato dalla stessa Giunta regionale. In questi anni abbiamo lavorato insieme al capogruppo Vincenzo Ceccarelli,  per permettere di accelerare e portare a termine prima possibile tutte le procedure propedeutiche alla fattibilità e realizzazione dell’opera. Certo è solo il primo tassello, ma è fondamentale per un’opera di cui si parla da decenni, su cui però nessuno negli anni si era impegnato concretamente, rinnovando l’attenzione della Regione per il territorio valdarnese”.

Queste le parole del sindaco Piero Giunti a Radio Sieve:

Condivi su:
Share.

Scritto da

Redazione

Leave A Reply