Bonus trasporto ferroviario, Coralli e Giannelli (FdI): “Agevolazioni accettate solo nelle biglietterie e non online. Nuovi problemi per i pendolari”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Comunicato sul bonus trasporti per il trasporto ferroviario di Caterina Coralli, portavoce Fratelli d’Italia MugelloGiampaolo Giannelli, responsabile provinciale dipartimento trasporti Fratelli d’Italia. A quanto risulta, le agevolazioni sarebbero accettate soltanto dalle biglietterie in presenza. Questo il testo integrale della nota:
Molti pendolari, fruitori dell’abbonamento mensile Trenitalia, ci hanno segnalato una forte problematica relativa al “bonus trasporti”.
Problema che hanno segnalato per scritto anche all’amministrazione regionale e a Trenitalia senza che, purtroppo, il problema sia risolto. Infatti il bonus trasporti, viene accettato solo nelle biglietterie e non online o dai tabacchi autorizzati.
Sulla linea da Borgo San Lorenzo- Firenze Smn sono chiuse tutte le biglietterie, è  aperta solo Firenze Smn e per chi non arriva a tale stazione è impossibile poter usufruire del bonus, perché comporterebbe un dispendio di tempo non indifferente dato che c’è solo uno sportello adibito a tale servizio.

Oltretutto chi prende il treno alla Stazione di Boro San Lorenzo in direzione Marradi dovrebbe pagare il biglietto per Firenze SMN per poter usufruire del bonus. Insomma, sembra impossibile nel 2022, ma Trenitalia non consente di poter fare on line il bonus trasporti.

Le soluzioni sono facilmente realizzabili visto che chi usufruisce dell’abbonamento ad Autolinee Toscane può, online, detrarre il bonus al momento dell’abbonamento. Altra nota: l’abbonamento mensile per i regionali si può fare solo 7 giorni prima della data di validità dello stesso mentre per i Frecciarossa 15 giorni prima. Insomma, viaggiatori di serie A e viaggiatori di serie Z.

Speriamo che Trenitalia accolga le richieste dei pendolari, ed auspichiamo che vi sia, da parte di tutte le istituzioni, una forte mobilitazione a sostegno delle giuste richieste degli utenti del servizio di trasporto ferroviario regionale.

Condivi su:
Share.

Scritto da

Redazione

Leave A Reply