Marradi, torna attivo il teatro ridotto degli Animosi: i dettagli

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Dopo l’inaugurazione del 6 giugno, in una giornata indimenticabile per il paese dell’Alto Mugello con lo spettacolo del Maestro Riccardo Muti, Marradi si riappropria di uno spazio da molti anni inutilizzato, il Ridotto degli Animosi o conosciuto come “il Sotto del Teatro”.

 Soddisfatto il sindaco: “Un momento importante per un luogo di bellezza e di cultura del nostro paese. È stato uno sforzo impegnativo arrivare in fondo – prosegue Triberti – ma oggi i marradesi, giovani e meno giovani, si potranno riappropriare di uno spazio dove potersi incontrare, assistere ad eventi e fare cultura”.

Il Ridotto degli Animosi era luogo di eventi fino a qualche decina di anni fa e lo spazio è stato riaperto dopo i lavori di ristrutturazione dell’Amministrazione Comunale che hanno interessato anche complessivamente la struttura del teatro e l’area esterna.

Il Ridotto è dotato di una sala polifunzionale che, nella volontà dell’Amministrazione, deve diventare un luogo prevalentemente per i giovani e gestito dai giovani, ma che possa essere utilizzato per diverse attività. Infatti, da qui alla fine dell’anno si terranno due eventi che daranno il via alla nuova vita del Ridotto degli Animosi.

Venerdì 17 dicembre, alle 20:45, la presentazione del documentario ‘Io Sono’ di Martina Biagi, prodotto da iVisionaria, in collaborazione con il Quartiere 4 del comune di Firenze.

Martina è nipote di Giuseppe Biagi, maestro Marradese che le ha trasmesso il desiderio di raccontare il grande amore per questo territorio. 

Il documentario ‘Io sono’ racconta il viaggio negli Stati Uniti di alcune famiglie con figli affetti da sindromi rare e dei medici che se ne prendono cura. È un road movie: un viaggio senza bussola nell’assistenza, nell’empatia, nelle pari opportunità e nella voglia di mettersi alla prova, ma anche nello stigma e nell’isolamento subìto e inflitto, nel tentativo di dare senso alla casualità della malattia e dignità al tempo di chi la abita”.

Mercoledì 29 dicembre alle 20.45 invece tornerà il Maggio Musicale Fiorentino con lo spettacolo “Tangarpa” del progetto del Maggio Metropolitano in collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze, con un programma nel quale si combinano elementi arcaici del mondo popolare ed elementi raffinati della tradizione classica, proponendo ritmi di danze e melodie tradizionali senza confini.


La gestione, sempre affidata alla Compagnia per Non Perir d’Inedia, sarà svolta in collaborazione con la Consulta dei Giovani, la quale garantirà la funzionalità delle serate e gestirà le ulteriori aperture della struttura nel rispetto delle regole attuali a partire dal 24 Dicembre dal termine del Concerto Natalizio della Banda di Popolano che si terrà, come ogni anno, nel Teatro degli Animosi: “Avevamo preso un impegno con i ragazzi e le ragazze di consegnare loro un luogo dove potersi incontrare e soprattutto creare e organizzare eventi – conclude il Sindaco Triberti – C’è voluto più del previsto ma finalmente si parte. Un grazie ai giovani della consulta che si mettono in gioco, sarà per loro un bel banco di prova, e alla “Compagnia per non Perir d’Inedia”, per sostenere e accompagnare i ragazzi in questo percorso. La dimostrazione, una volta di più, della forza del nostro volontariato”.

Condivi su:
Share.

Scritto da

Redazione

Leave A Reply