Pontassieve, open day dall’11 dicembre all’Istituto Giuntini

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

L’Istituto scolastico Giuntini da sabato 11 dicembre aprirà le proprie porte al pubblico per far conoscere in completa sicurezza a tutti i genitori del territorio, che debbano iscrivere i propri figli all’anno scolastico 2022-2023, la Scuola dell’Infanzia San Giuseppe e la Scuola primaria Giuntini.

Tante le iniziative e le novità per gli Open Day, grazie a numerosi laboratori che presenteranno la proposta formativa dell’Istituto: nel dettaglio, la scuola dell’infanzia sarà presentata sabato 11 dicembre 2021 e sabato 15 gennaio 2022 in entrambi i casi alle ore 9:30, mentre quanti vorranno conoscere la scuola primaria potranno farlo nelle stesse date dell’11 dicembre e del 15 gennaio alle ore 15:00.

In queste occasioni le famiglie potranno conoscere il personale docente e amministrativo, ricevere informazioni sull’organizzazione dell’Istituto e partecipare ai laboratori didattici a cura dei docenti prevalenti, nonché di inglese, coding, musica, educazione motoria e psicomotricità, religione gestiti dai docenti specialisti. Inoltre alcuni genitori, i cui figli hanno completato il percorso formativo all’Istituto Giuntini, dialogheranno con i presenti per raccontare momenti ed emozioni e condividere la propria esperienza. Sarà possibile quindi portare anche i propri bambini per vivere in diretta l’ampia proposta della Giuntini.

Oltre a questi appuntamenti, sabato 18 dicembre 2021 e sabato 22 gennaio 2022, dalle ore 9:30 alle 12:00, l’Istituto sarà aperto per coloro che vorranno porre domande e conoscere sia la scuola dell’infanzia sia la primaria. In tutte le circostanze occorrerà prenotare l’appuntamento accedendo al link scuolagiuntini.it/iscrizioni oppure scansionando il QR Code delle locandine affisse in paese negli appositi spazi. All’ingresso dell’Istituto, dove saranno disponibili il gel disinfettante e il misuratore della temperatura, sarà necessario esibire il Green Pass ed accedere con la mascherina.

La scuola, nella sua proposta educativa, rivolge grande attenzione alla qualità dell’insegnamento, facendo affidamento su personale altamente qualificato sia dal punto di vista umano che professionale, ma anche su un metodo di insegnamento che partendo dalle discipline tradizionali – quali italiano, storia, geografia, scienze, matematica – dedica ampio spazio alla lingua inglese (in classe quinta anche francese), all’informatica, all’educazione musicale, alle scienze motorie e alla religione, anche attraverso esperienze laboratoriali.

Le scuole San Giuseppe e Giuntini – gestite dalla Cooperativa Giuntini in collaborazione con l’Unità Pastorale di Pontassieve, la Congregazione delle Figlie della Carità e l’Associazione Giuntini Onlus – costituiscono un unico istituto paritario che unisce tradizione e innovazione: fondata nel 1885 dal cavaliere Giuseppe Giuntini, l’esperienza della scuola, che quest’anno compie 135 anni, è proseguita fino ad oggi mettendo sempre al centro il valore della persona e l’educazione integrale dei bambini, dal fattore umano a quello culturale, dall’aspetto didattico fino alla dimensione spirituale.

“La nostra scuola – osservano il presidente della Cooperativa Giuntini, Gilberto Bargellini, e il direttore dell’Istituto David Ortega – rappresenta una realtà importante della Valdisieve, che da 135 anni è capace di rinnovarsi mantenendo fede a una proposta educativa sempre attuale. Si tratta di una ricchezza umana e culturale per il territorio: per questo motivo invitiamo le famiglie a visitare l’Istituto per conoscere un’offerta formativa che non si limita a trasmettere nozioni, ma che coinvolge gli alunni, il personale, le famiglie, i volontari e la comunità  in un cammino di crescita umana, culturale e di cittadinanza, anche attraverso attività di laboratorio e di approfondimento delle discipline, insegnate con modalità innovative grazie alla professionalità del corpo docente. Quest’anno abbiamo voluto anticipare gli Open Day a dicembre, per poi proseguire a gennaio, con l’obiettivo di dare l’opportunità alle famiglie di organizzarsi al meglio per maturare una scelta importante per i propri figli. In un periodo complesso, qual è quello che stiamo vivendo a causa della pandemia, riteniamo utile concedere maggiore tempo e ampliare le occasioni di conoscenza e di dialogo”.

Condivi su:
Share.

Scritto da

Redazione

Leave A Reply