Strawberries

(AUDIO) La Rosa Dei Venti: da cenerentola a quasi regina

0

Lunedì scorso è stato il turno di Pontassieve, domani a Dicomano ed oggi pomeriggio di Reggello. Questo è il cronoprogramma delle inaugurazioni dei centri vaccinali fra Mugello e Valdisieve, ma non finisce neppure qui, entro la fine del mese di maggio, massimo primi giorni di giugno inaugurazione anche per l’hub di Scarperia-S.Piero che sarà allestito nei locali dell’Autodromo del Mugello.
Eppure a dire il vero la campagna di vaccinazione in Toscana non era partita sicuramente nel migliore dei modi, tutti ricordiamo le polemiche per le vaccinazioni riservate ad alcuni Ordini professionali, a discapito invece degli over 80 rimasti indietro rispetto ad altre Regioni.
Polemiche feroci avevano interessato la Giunta regionale, ma soprattutto il Presidente Eugenio Giani, negli ultimi giorni invece un’accelerazione ha riportato la nostra Regione in una condizione sicuramente più accettabile.

L’errore, se di errore si può parlare, a cosa è dovuto, forse la smania di fare da subito grandi numeri, forse davvero la voglia di “ringraziare” qualcuno, o forse anche solo la maggiore possibilità di inoculare senza tanti vincoli il vaccino che all’epoca aveva un numero di dosi maggiore?

Stefano Galli si rivolge ai nostri opinionisti: Massimo Biagioni, Giuseppe Matulli, Alessandro Scipioni, Michele Ventura, Massimo Mattei
Riascolta le risposte

Riascolta Il parere di Massimo Mattei

Riascolta il parere di Alessandro Scipioni

Riascolta il parere di Giuseppe Matulli

Riascolta il parere di Michele Ventura
Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply