Barberino, Postamat rimosso senza preavviso. Mongatti scrive a Poste. FI: “Ennesima beffa”

0

“Siamo sconcertati dal comportamento di Poste Italiane”. A dirlo è il sindaco di Barberino Giampiero Mongatti dopo la rimozione dell’ATM installato poche settimane fa nel capoluogo, in via Moro. Mongatti ha scritto a Poste Italiane chiedendone il motivo.
“Dopo la sospensione del servizio di ufficio nel capoluogo a seguito del terremoto, l’installazione del Postamat lo scorso Dicembre era un primo piccolo segnale di attenzione alle esigenze dei cittadini. La rimozione di oggi è del tutto inaspettata, spero che Poste adesso ci dia delle risposte esaustive e puntuali”, dice il sindaco.
Ecco il testo della comunicazione inviata a Poste Italiane: “Con grande sorpresa constatiamo che state rimuovendo l’ ATM che avevate posizionato poche settimane fa nel capoluogo di Barberino. Ciò senza nessuna comunicazione all’utenza. Vista l’importanza dell’ATM in oggetto, installato a causa dei notevoli disservizi conseguenti alla chiusura dell’ufficio postale conseguente al sisma del 9 dicembre 2019, vi chiediamo di informare in maniera sollecita l’utenza sull’interruzione di tale servizio e sui motivi di tale rimozione”.
Parlano di “ennesima beffa compiuta nei confronti dei cittadini” il vice coordinatore provinciale di Forza Italia Giampaolo Giannelli e Maria Gaetano, capogruppo di Forza Italia a Barberino, che aggiungono: “Tutto ciò dopo il terremoto che ha privato i barberinesi da oltre un anno dell’ufficio postale, dopo una pandemia coi suoi pesanti risvolti sia pratici e psicologici, dopo aver visto code, assembramenti, disagi per i servizi postali tanto di Barberino capoluogo quanto delle frazioni. Quel che lascia con l’amaro in bocca, ancora una volta, è la totale mancanza di trasparenza nei confronti dei cittadini che davvero risultano essere, giustamente, sempre più indignati ed esasperati”. Giannelli e Gaetano auspicano che per la fine del mese venga ultimato il nuovo ufficio postale che dovrebbe accogliere anche lo sportello bancomat.

 

 

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply