Borgo: mozione Lega, Cambiamo Insieme e M5S per la rinuncia al gettone di presenza

0

Rinunciare per tutto il mandato amministrativo al gettone di presenza da consiglieri comunali. “Un segnale di solidarietà, oltre che un piccolo sostegno, verso i cittadini e le attività del paese”. Lo chiedono in una mozione a tutti i componenti dell’Assemblea e della Giunta di Borgo San Lorenzo i consiglieri della Lega, di Cambiamo Insieme e del M5S.
I 4 consiglieri chiedono di destinare queste risorse ad attività urgenti e a valutare ogni anno l’ambito ove destinare queste risorse con l’ausilio della commissione consiliare competente.
“Lo riteniamo un segnale di solidarietà, oltre che un piccolo sostegno, verso i cittadini e le attività di Borgo San Lorenzo – spiegano – Purtroppo negli anni gli enti locali preposti a svolgere una funzione rilevante di garanzia dei servizi essenziali ai cittadini hanno subìto drastici tagli alle risorse cui si è aggiunta la crisi Covid-19.
Il momento attuale a nostro avviso impone una riflessione e questo atto rappresenterebbe un gesto di vicinanza e valore morale di fronte ai cittadini e attività varie, cui sono stati imposti, negli ultimi anni e nello specifico nell’ultimo periodo, sacrifici sempre maggiori.
Riteniamo che l’impegno a livello locale abbia soprattutto una valenza di servizio per la comunità e di affezione per il territorio oltre la passione e quindi l’impegno a destinare le risorse dei gettoni di presenza rappresenta un gesto significativo, seppur simbolico, dei rappresentanti politici locali per sopperire, seppur in minima parte, alla mancanza di risorse in ambiti vari cercando così di sostenere progetti per la popolazione e per le attività in un momento di profonda crisi sociale ed economica.
Aspettando massima condivisione di tutto il Consiglio e dalla Giunta chiediamo di destinare, per tutta la durata del mandato amministrativo, le risorse dei gettoni di presenza ad attività urgenti e di sostegno con conseguente richiesta che sino al termine del mandato amministrativo gli uffici preposti non versino i relativi emolumenti, ma rendicontino a fine anno il tutto. Chiediamo di valutare ogni anno l’ambito ove destinare queste risorse con l’ausilio della commissione consiliare competente“.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply