Giovedì nero per i pendolari, Giannelli (FI): “Cronaca di un ordinario disagio. Ceccarelli non si vede mai”

0

Di ieri gli ultimi disagi importanti segnalati dai pendolari del Mugello e della Valdisieve con il guasto che ha riguardato il passaggio a livello di Vicchio (LEGGI QUI), un altro sulla Faentina e con i problemi di comunicazione ai viaggiatori.
Quello che è successo ieri è stato oggetto di una nota del vice coordinatore provinciale di Forza Italia Giampaolo Giannelli, in cui critica l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli:

Giovedi 9 luglio si è registrato l’ennesimo giorno nero per i pendolari del Mugello e della Valdisieve; un guasto (l’ennesimo) al passaggio a livello di Vicchio ha originato una serie di disagi che si sono protratti per buona parte della giornata; il tutto accompagnato da annunci errati e che hanno creato ulteriori problemi nelle persone che aspettavano il treno. Questa la denuncia di Giampaolo Giannelli vice Coordinatore provinciale di Forza Italia con delega a trasporti e viabilità.
I primi treni interessati dal guasto con ritardi di varia entità sono stati i regionali delle 6.08 6.32 e 7.23 Borgo San Lorenzo per Firenze Smn e delle 6.32 da Firenze smn – precisa Giannelli – ed oltre agli immancabili e consistenti ritardi di questi treni i pendolari hanno sottolineato che sono stati fatti annunci continui e discordanti su treni in ritardo e in arrivo o meno, generando una gran confusione in chi attendeva i convogli..Ricordiamo anche un altro problema cioe il fatto che queste persone non sono riuscite a salire sui mezzi di trasporto su gomma visti i posti contingentati a causa del covid 19.
Ma i problemi non sono finiti qui – continua Giannelli – il treno delle 13.36 da Faenza per Borgo San Lorenzo ha avuto un consistente ritardo a causa dell”immancabile guasto, con altri pesanti disagi per i passeggeri.
Infine sempre per restare a ieri ci hanno segnalato l’ennesimo problema di cattiva informazione di Trenitalia. Il regionale delle 16.40 in partenza da Firenze smn annunciato prima con un ritardo di 5 minuti poi superiore (sempre senza binario) è stato poi annunciato in arrivo (e partenza) praticamente in orario, dal binario 17, con inevitabile corsa e rischio di perdere il treno da parte dei passeggeri. Cosa questa che accade frequentemente sia coi treni che partono dal binario 17 che dal 18
E così- conclude Giannelli – mentre l’Assessore Ceccarelli va qua e la a fare varie inaugurazioni MA NON SI VEDE MAI DOVE CI SONO I PROBLEMI e mentre Trenitalia continua non solo ad avere guasti continui ma a fornire cattiva informazione, sommando problema a problema, i pendolari hanno avuto l’ennesima giornata nera
Cronaca di un ordinario disagio. Un vero schifo..

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply