Ricostituzione della Società della Salute nell’area fiorentina sud-est, soddisfatta la Cgil

0

E’ notizia degli scorsi giorni che dal primo gennaio 2021 sarà ricostituita la Società della Salute nei Comuni della zona fiorentina sud-est. A deciderlo il 30 giugno è stata la Conferenza dei sindaci dei Comuni interessati.
Il passaggio al nuovo modello organizzativo zonale, che di fatto è un consorzio tra Comuni, arriva nel rispetto delle scadenze imposte dalla normativa regionale. Tra i compiti della Società della Salute rientreranno dunque la programmazione, la gestione diretta e l’organizzazione condivisa di tutti i servizi sociali e di alcuni importanti servizi sanitari.
La segretaria confederale della CGIL Giancarla Casini si dice molto soddisfatta della decisione, che va a confermare quanto aveva chiesto la stessa sigla sindacale un anno fa: “Lo avevamo chiesto nell’iniziativa fatta a Pontassieve circa un anno fa (LEGGI QUI), con tanti cittadini, la categoria dei pensionati e della funzione pubblica, 14 sindaci di quell’area (Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Fiesole, Figline Incisa Valdarno, Greve in Chianti, Impruneta, Londa, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, San Casciano in Val di Pesa, San Godenzo), tutti convinti che in quell’area ci sia bisogno di rafforzare e potenziare i servizi sociali e sanitari. Convinti anche della necessità di costituire il luogo di programmazione ed incontro fra sociale e sanitario come nelle altre zone dell’area metropolitana fiorentina. Continueremo a portare avanti la nostra richiesta anche nei vari passaggi istituzionali dei prossimi mesi. Quell’area va ripensata e rafforzata nei servizi su tutto il territorio a partire dal potenziamento delle attività all’interno dell’ospedale Serristori e dal futuro del presidio di San Francesco, per arrivare alla costruzione delle tante Case della Salute di cui avremmo bisogno e al rafforzamento della diagnostica e della riabilitazione in tutta l’area”.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply