Centrosinistra per Londa: soddisfazione per l’approvazione di alcuni punti all’odg

0

Soddisfazione del gruppo consiliare Centrosinistra per Londa per l’approvazione all’unanimità di alcuni punti che erano stati presentati in Consiglio comunale prima del blocco per la pandemia Covid.
Tra questi l’adesione del Comune al manifesto di Assisi per l’impegno concreto per lo sviluppo sostenibile e la crisi climatica e la vicinanza del Comune a chi si batte per la liberazione di Patrik George Zaky. Un appello poi per aiutare la Siria tramite l’apertura di corridoi umanitari per chiedere con forza alle Istituzioni Europee di non girarsi dall’altra parte e di impegnarsi in prima persona per questo dramma umanitario.
Approvata all’unanimità anche la mozione che prevedeva la realizzazione e il posizionamento di due pietre di inciampo davanti alla scuola di Londa, dedicate a due ragazzini morti per raggiungere l’Occidente.
In più è stato approvato all’unanimità l’ordine del giorno sui valori della Resistenza e dei principi della Costituzione Repubblicana che prevede l’adeguamento del Regolamento Comunale per la concessione di aree pubbliche con un richiamo esplicito all’antifascismo.
Due invece i punti di divergenza tra maggioranza e opposizione riguardanti la rinegoziazione dei mutui e la variazione di bilancio “sui quali ci siamo astenuti – dice il Centrosinistra – perché, rispettivamente, è stato scelto di spostare i debiti sulle nuove generazioni e sulle Amministrazioni future, nonostante una situazione mutui ultrapositiva e un indebitamento decisamente basso e perché non sicuri di un utilizzo ponderato dei finanziamenti”.

Di seguito la nota integrale:

Il Gruppo Consiliare Centro Sinistra per Londa è soddisfatto per l’andamento della seduta del Consiglio Comunale che si è tenuta Sabato 23 maggio. A parte i due punti di divergenza riguardanti, uno la rinegoziazione dei mutui e l’altro la variazione di bilancio, sui quali ci siamo astenuti, perché, rispettivamente, è stato scelto di spostare i debiti sulle nuove generazioni e sulle Amministrazioni future, nonostante una situazione mutui ultrapositiva e un indebitamento decisamente basso e perchè non sicuri di un utilizzo ponderato dei finanziamenti, tutti gli altri punti presentati dal Centro Sinistra per Londa prima del blocco per la pandemia (“Adesione del Comune di Londa al manifesto di Assisi” per l’impegno concreto per lo sviluppo sostenibile e la crisi climatica., “Liberazione di Patrik George Zaky” con cui il Consiglio si unisce al coro di coloro che si battono per la sua liberazione, “Aiutiamo la Siria, apriamo dei corridoi umanitari” per chiedere con forza alle Istituzioni Europee di non girarsi dall’altra parte e di impegnarsi in prima persona per questo dramma umanitario) sono stati approvati all’unanimità. Così come è stato approvato all’unanimità la nostra mozione che prevedeva la realizzazione e il posizionamento di due pietre di inciampo davanti alla scuola di Londa, dedicate a due ragazzini morti per raggiungere un mondo ai loro occhi migliore (il ragazzino del Mali morto in mare nel 2015 con la pagella in tasca e Ani Guibahi, il ragazzino della Costa d’Avorio morto sul carrello dell’aereo diretto a Parigi) integrato dal gruppo di maggioranza con emendamenti che rendono queste due pietre parte di un monumento dedicato ai Triangoli della Deportazione, con rimandi anche a fatti ed eventi contemporanei. Particolare soddisfazione ci ha dato l’approvazione all’unanimità dell’ordine del giorno sui valori della Resistenza e dei principi della Costituzione Repubblicana che prevede l’adeguamento del Regolamento Comunale per la concessione di aree pubbliche con un richiamo esplicito all’antifascismo. E’ un documento sintesi che ha superato i motivi di contrarietà che avevano portato nella seduta del 30 novembre scorso la maggioranza a esprimere parere negativo e che può segnare un primo passo verso la vera e propria richiesta di sottoscrizione di antifascismo da parte di chi vuol usare spazi e aree pubbliche.
Fa piacere constatare che i documenti che abbiamo presentato siano stati considerati positivi e condivisi dalla maggioranza. Proprio per questo, continueremo la nostra attività propositiva, presentando un nuovo odg con le nostre proposte per favorire la ripresa delle nostre attività economiche e per aiutare le famiglie e la scuola dopo il blocco.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply