(AUDIO) RufinaCheVerrà, Venturi: “6 interrogazioni senza risposta. Sindaco pensa a pieni poteri”

0

“Ora, con la Fase 2, dovremmo innanzitutto tornare a svolgere qualche Consiglio comunale, visto che l’attività democratica a Rufina è sospesa da 5 mesi e nemmeno da remoto si sono svolti Consigli.
Noi avevamo depositato ben 6 interrogazioni su temi di interesse generale alle quali non ci è stata data risposta. I temi erano quelli della rendicontazione delle feste di maggior rilievo, della manutenzione e sicurezza di cimiteri e parchi. A dicembre abbiamo presentato queste interrogazioni, ma nessuno ci ha dato risposta”. A dirlo a Radio Sieve è Daniele Venturi, consigliere di RufinaCheVerrà in Consiglio comunale. Sulla questione dei Consigli comunali qualche giorno fa il sindaco Vito Maida, dopo una nota di Chiara Mazzei di Insieme per Rufina, aveva risposto che il prossimo Consiglio è in programma per i primi di giugno. “Ci siamo rivolti prima al presidente del Consiglio comunale, poi visto che ad inizio marzo non veniva risolta la questione abbiamo scritto anche al prefetto – continua Venturi – In seguito in quei giorni ovviamente abbiamo sospeso l’attività politica per offrire una collaborazione durante il lockdown. Abbiamo anche realizzato una raccolta fondi ed abbiamo offerto il nostro aiuto. Oggi però ci vediamo costretti a ritornare su questo tema importante per la vita democratica.
Non è solo violazione di legge, ma mancanza di rispetto istituzionale verso i consiglieri e verso i cittadini che ci hanno eletto. Le nostre domande sono legittime e vogliamo offrire delle risposte ai cittadini. Ci vorrebbe collaborazione, noi siamo opposizione, ma se chi ha vinto pensa di avere un potere assoluto il problema persiste. E’ palese ormai che c’è un sindaco che pensa di avere pieni poteri e questo non lo possiamo accettare”.
Di seguito l’intervista completa a Daniele Venturi:

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply