Crisi, Tozzi (Lega): “Nostri appelli inascoltati. La Regione metta in campo liquidità”

0

La responsabile provinciale della Lega Elisa Tozzi in una nota lancia l’ennesimo grido d’allarme sulle misure che non sono state prese a livello regionale e nazionale per fronteggiare la crisi causata dal Covid.
“Sono settimane che vengono rivolti appelli senza esito anche da parte delle forze di opposizione. Montano rabbia e rassegnazione, arrivano purtroppo i primi suicidi e siamo ad un passo dalla catastrofe economico-sociale per manifesta inadeguatezza del nostro governo locale e nazionale. In altre regioni non hanno esitato a mettere sul piatto risorse a fondo perduto, in Toscana neanche un centesimo. Decine di migliaia di attività commerciali rischiano di non riaprire, centinaia di migliaia di posti di lavoro sono in pericolo.
Vogliono far morire il commercio e fare delle partite iva i nuovi poveri secondo la folle logica assistenzialista che sta distruggendo questa regione e l’Italia intera. Ora basta. La giunta regionale ha a nostro avviso l’obbligo morale di mettere disposizione subito la liquidità per aiutare tutti quei cittadini onesti che in questi anni, con le loro tasse, hanno tenuto i piedi il sistema Toscana; aiuti che passino dai Comuni, così da creare una rete di sostegno quanto più capillare sul territorio.
Adesso è’ il momento di restituire i soldi a chi ha dato per anni senza mai avere niente indietro. Troviamo sconcertante che tutte le nostre richieste ed i nostri appelli siano stati sistematicamente ignorati e che improvvisamente, dopo mesi, si arrivi alle nostre medesime conclusioni. È stato sprecato già troppo tempo prezioso. Mai come oggi la classe di governo del Pd toscano si è’ rivelata così’ inadeguata e votata solo a mantenere il proprio sistema di potere, più impegnata in assurde battaglie ideologiche che non a raccogliere il grido di dolore del ceto produttivo. Non è’ più il momento delle promesse, oggi pretendiamo atti concreti”.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply