Disagi ferroviari, Giannelli (FI): “Non adeguati i servizi sostitutivi. I sindaci siano più presenti”

0

Dopo i disagi di ieri sulla Faentina e sulla Borgo San Lorenzo-Firenze via Pontassieve e quelli di stamani sulla linea per il Valdarno (LEGGI QUI) il vice coordinatore provinciale di Forza Italia Giampaolo Giannelli ha diffuso una nota in cui lamenta la poca assistenza ai viaggiatori in termini di servizi sostitutivi e sprona i sindaci ad essere più presenti in tali situazioni.

Di seguito il comunicato:

“Ieri 26 febbraio, oltre alle bizzarrie metereologiche, i pendolari hanno dovuto subire l’ennesimo viaggio allucinante di Trenitalia – tuona Giampaolo Giannelli, Vice Coordinatore provinciale di Forza Italia con delega ai trasporti e alle infrastrutture.
Oltre ai disagi su altre tratte, la Siena Grosseto e la Siena Chiusi in particolare – continua Giannelli – a causa di un (ennesimo) guasto temporaneo nei pressi di Vaglia, numerosi tratti della linea Faentina hanno subito ritardi consistenti, anche nell’ordine di 70/80 minuti, oltre ad una cancellazione (il regionale 21477).
La linea Firenze Borgo San Lorenzo via Pontassieve, ovviamente, non è stata da meno. A causa dell’immancabile “guasto temporaneo” tra le stazioni di Rufina e Vicchio, infatti, – continua l’esponente azzurro – ci sono state numerose ripercussioni negative sulla circolazione, dopo le ore 16.00.
L’apice lo ha raggiunto chi si è trovato a viaggiare sul regionale delle 15.55 da Firenze smn verso Borgo San Lorenzo. Passeggeri bloccati alla stazione di Rufina oltre un’ora, con un ritardo complessivo che ha sfiorato i 90 minuti.
Ora, non per fare polemica, ma alcune considerazioni sorgono spontanee….
Perchè – si chiede Giannelli – visto che i passeggeri sono stati fermi un’ora alla stazione di Rufina, non è stato approntato un adeguato servizio sostitutivo? Riteniamo che sarebbe un servizio normale, in qualunque paese che si rispetti, da parte di un gestore.
Il punto è sempre questo – prosegue l’esponente azzurro – i guasti ci possono essere (anche se nelle tratte indicate si esagera) ma non si trova mai una soluzione razionale per risolvere il problema.
Inoltre – conclude Giannelli – i pendolari gradirebbero che i Sindaci del territorio, giustamente solerti (vedi servizio tg3 regione del 25 febbraio) nell’essere tutti presenti per parlare delle prospettive di sviluppo e investimento di Trenitalia, lo fossero altrettanto in situazioni come quella di ieri, quando IN CONCRETO i pendolari si trovano ad essere abbandonati a loro stessi, e una presenza dei Sindaci, in quei casi, sarebbe un segnale forte ed apprezzato!!! Oppure potrebbe venire a darci conforto l’Assessore Regionale Vincenzo Ceccarelli! Ma si sa, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare…
Ultima cosa; il giornalista del tg3 Regione, il 25 febbraio, nell’intervistare i Sindaci, riportava nota di Trenitalia che faceva notare un buon indice di puntualità per i treni della tratta Firenze smn Borgo San Lorenzo via Pontassieve…
Pensavo di essere su scherzi a parte!!!!
P.s. proprio mentre sto per concludere il comunicato..oggi 27 febbraio..pesanti ritardi sulla linea Firenze Arezzo causa rottura di rotaia a Figline Valdarno…bah..no comment”

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply