Strawberries

(AUDIO) 278 ospitati nei punti di accoglienza. Il Comune apre sportello informativo

0

Il numero delle persone ospitate la scorsa notte nelle aree d’emergenza del Mugello allestite in seguito al sisma è di 278.
Il dato è in lieve calo, visto che la notte precedente le persone che hanno usufruito dei ricoveri sono state 314.
A fornire i primi dati è stato ai nostri microfoni il responsabile della protezione civile del Mugello Girolamo Bartoloni: “Hanno trascorso la nottata nel centro allestito all’interno dell’Autodromo 92 persone, 11 quelle ospitate nella palestra di San Piero, 24 a Galliano, circa 160-180 nella palestra della scuola di Barberino. Il punto di Borgo San Lorenzo invece è stato chiuso ieri”.

Intanto proseguono le verifiche degli immobili da parte dei vigili del fuoco e del genio civile. Al lavoro 80 Vigili del fuoco impegnati per le verifiche statiche degli edifici pubblici e privati, per il recupero di beni e assistenza alla popolazione.
Più di 350 gli interventi effettuati a Barberino di Mugello, Scarperia e San Piero e Borgo San Lorenzo. Sono 19 gli edifici dichiarati inagibili.

Le opere d’arte conservate nel museo di arte sacra accanto alla pieve di Sant’Agata sono state trasferite.
Per prevenire episodi di sciacallaggio, che non si sono comunque registrati, i carabinieri vigilano incessantemente sulla zona rossa di Barberino e sulle sue case vuote.
Il Comune di Barberino fa sapere che da oggi è attivo uno sportello informativo in cui personale comunale potrà dare informazioni di base ai cittadini.
“Le postazioni saranno allestite all’interno dell’unità mobile della Protezione Civile della Città Metropolitana posizionato in piazza Cavour. Lo sportello sarà aperto inizialmente dal Lunedì alla Domenica in orario 8:30 – 13 e 14 – 20.
Saranno inoltre attivate a breve delle “bacheche Infopoint”, una a Barberino in prossimità dell’Unità Mobile in Piazza Cavour e una nella frazione di Galliano, in cui i cittadini troveranno tutte le informazioni ufficiali diramate dal Comune” si legge nella nota.
A causa della gestione dell’emergenza, verrà poi soppresso il mercato settimanale di sabato. “Questo al fine di proseguire con la massima efficienza e celerità nelle operazioni di verifica degli edifici e di messa in sicurezza del paese, nonchè al fine di proseguire le attività di supporto e soccorso dei cittadini colpiti dal sisma”, precisa il Comune.
Per le stesse ragioni di sicurezza, sono sospese tutte le attività previste per domenica 15 dicembre 2019 in occasione di Natale in Corso, sia quelli previsti nella piazza e nel corso, sia quelli programmati all’interno di Palazzo Pretorio utilizzato in questo momento per gli uffici comunali.
Anche la Proloco di San Piero a Sieve comunica l’annullamento degli eventi natalizi che erano previsti questo fine settimana in segno di rispetto nei confronti del territorio mugellano colpito dal sisma.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply