(VIDEO) Povoleri: “Alla ex-Italcementi nessun metrocubo di residenziale. La piazza di Diacceto…”

0

In una videointervista il sindaco di Pelago Nicola Povoleri torna a parlare per fare chiarezza su alcuni temi scottanti delle ultime settimane e degli ultimi mesi. Tra questi l’iniziativa dell’architetto Merlini riguardo al progetto per la nuova piazza di Diacceto e la vicenda del futuro dell’area ex-Italcementi di San Francesco.

NUOVA PIAZZA DI DIACCETO
“Il Comune non ha ricevuto alcuna donazione dall’architetto Merlini. La sua iniziativa è lodevole, e anche il metodo è meritorio, perché c’è stato il coinvolgimento dei commercianti e della cittadinanza.
Ho sentito con attenzione l’intervista di Merlini e Tinti a Radio Sieve. Non è però vero che il progetto è stato presentato all’Amministrazione passata. A marzo scorso in una iniziativa di campagna elettorale mi fu chiesto da Merlini di presentare i progetto all’interno della serata, dedicata alla sua esposizione. Merlini da lì a poche settimane si sarebbe candidato con i miei competitor alle Comunali, ma nonostante questo ebbe tutto lo spazio che meritava. Quello che ha fatto l’architetto la definirei un’idea progettuale più che un progetto. Io presi degli impegni in quella sede: fare uscire quella piazza di Diacceto dal comparto delle opere di urbanizzazione della lottizzazione La Casa, rivedere il progetto e, se necessario, stanziare altre risorse. Le promesse sono state mantenute. Per affidare la progettazione della nuova piazza abbiamo fatto una gara. Merlini ha partecipato con altri, ma ha poi vinto uno studio associato del Valdarno. L’architetto Merlini ha regalato un’idea da sviluppare. Condivido molti di quei criteri, ma sulle singole scelte ci penserà un progettista incaricato, assieme ad un percorso che porterà alla progettazione. Il mio obiettivo è, in modo partecipato, restituire una piazza più bella a Diacceto”.

FUTURO AREA EX-ITALCEMENTI
“Tengo a ribadire un punto fermo: non ci sarà alcun metrocubo di residenziale. Su tutto il resto dobbiamo valutare le proposte, riguardo a commerciale e produttivo. Un gruppo privato ci ha recapitato più di un mese fa una richiesta di cambio destinazione d’uso per il commerciale. La richiesta è in fase di valutazione da parte della giunta e noi abbiamo fatto partire l’interlocuzione con il gruppo privato. Voglio precisare che il dialogo riguarda i paletti che l’amministrazione vuole porre. Va capito se c’è la possibilità di trovarsi d’accordo. Sono tante le domande che dobbiamo porci: se l’area verde avrà una funzione o no, gli aspetti infrastrutturali e di viabilità… Solo se ci sarà un esito positivo allora partirà un percorso di partecipazione con i cittadini. Ma solo quando ci sarà qualcosa di concreto”.

Queste le anticipazioni, per l’intervista completa guarda il video

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply