Le frazioni dove il cellulare non prende. Regione e Anci: “Il problema venga risolto”

0

Ci sono frazioni, paesi e località in Toscana dove telefonare con un cellulare può diventare davvero complicato e navigare su internet con uno smartphone ancora di più. Territori con poco segnale, a volte completamente ‘al buio’. “Un problema” sottolinea l’assessore alla presidenza e al rapporto con gli enti locali, Vittorio Bugli.
“La Regione su questo non ha competenze – spiega – E’ un caso diverso dalla fibra ottica per la quale abbiamo potuto investire in prima persona nei territori dove il mercato non investe. Anche se non abbiamo competenze – annuncia Bugli – vogliamo però interessarci assieme ad Anci Toscana. Vogliamo spingere i gestori a farsene carico e a tale scopo chiederemo subito un incontro per chiedere di intervenire in questi territori già ampiamente monitorati, crediamo, dai soggetti gestori”.
Nei quarantadue comuni toscani che segnalano disagi ci sono zone completamente ‘al buio’ ed altre dove il segnale arriva a sprazzi o è debolissimo: un problema per chi ci vive ma anche per lo sviluppo turistico, ma anche per la sicurezza.

Nella lista ci sono anche località di Comuni del nostro territorio. A Pelago problemi di segnale a Raggioli, Borselli, Paterno, Carbonile, Diacceto, Travignoli, Fontisterni, ma anche nel capoluogo.
Nel Comune di Londa problemi a Rincine, Fornace, Selva, Mandri. A Marradi senza ripetitore le località di Lutirano, Campigno, Gamberaldi, nel tratto da Badia del Borgo a Val della Meta. Nel Comune di Palazzuolo a Borgo, nella località di Misileo.  A Vaglia, problemi in località Mulinaccio.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply