A Castagno d’Andrea torna la Ballottata il 20 e 27 ottobre

0

Una festa dedicata ai più gustosi prodotti del bosco. Nelle domeniche 20 e 27 ottobre a Castagno D’Andrea (San Godenzo) si celebrerà la 50^ edizione della “Ballottata”, tradizionale sagra del marrone. Si potranno gustare ghiotte specialità a base di marroni: bruciate, ballotte, briache, castagnaccio. Tutto questo a dimostrazione che dal 1970 e ininterrottamente fino ad oggi il prodotto “marrone” è eccellenza del territorio di San Godenzo e, con questo, la sua farina dolce pluripremiata nei concorsi nazionali.

Il Marrone è raccolto, venduto, cucinato e raccontato all’interno dello spettacolare territorio della Montagna Fiorentina, ai confini del Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, nel bel luogo di nascita del pittore Andrea di Bartolo di Bargilla detto Andrea del Castagno. Nel ricco programma delle due domeniche di festa si potranno, inoltre, degustare molti prodotti tipici a chilometro zero, ascoltare e ballare musiche popolari per le vie del paese con l’associazione culturale “La Leggera”.

Tra i tanti eventi collaterali segnaliamo l’incontro con i fotografi naturalistici Valter Bernardeschi e Fabrizio Darmanin, previsto per le 15 di domenica 20 ottobre al Centro Visita del Parco Nazionale, che racconteranno le loro esperienze con splendide immagini. Sarà anche visitabile per entrambe le domeniche, nel Centro Culturale Enrica Rainetti, la Mostra “Storia e immagini di 50 anni di Ballottate”. Sempre domenica 20 ottobre ancora all’interno del Centro Visite, per gli appassionati di funghi, sarà possibile visitare una mostra micologica a cura della Foresta Modello e dell’Associazione culturale “Il Paese sulla Collina”.

Domenica 27 ottobre alle 15 sempre al Centro Visita è previsto un interessante incontro dal titolo “La Natura ci cura” dove si parlerà di Fitoterapia e delle proprietà delle erbe medicinali, grazie alla presenza del medico, responsabile del CERFIT e docente universitario, Fabio Firenzuoli. A seguire si potrà assistere all’esibizione del coro “Le Musiquorum”.

Durante le due giornate di festa sarà possibile partecipare a facili escursioni guidate, gratuite, con visita a un seccatoio acceso e passeggiate in marroneta (partenza ore 10,30 dal Centro Visita del Parco) e visitare la Chiesa di San Martino per ammirare lo straordinario crocifisso di Pietro Annigoni. La festa, da sempre organizzata dall’Associazione Andrea del Castagno, è da qualche anno inserita nel circuito della “FestaSaggia”.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply