Firenzuola: parroco denunciato per violenza sessuale aggravata su una 19enne

0

Violenza sessuale aggravata. E’ ciò che contesta la procura fiorentina a don Emanuele Dondoli, 58 anni, parroco di Pietramala, frazione di Firenzuola. Ne parla quest’oggi il quotidiano La Nazione. I fatti sarebbero avvenuti tra il marzo e il giugno del 2018.
Le indagini si sono appena concluse dopo che nei mesi scorsi la squadra mobile della polizia aveva bussato alla sua porta in conseguenza della denuncia mossa da una delle fedeli, accompagnata dai genitori di una 19enne. La ragazza, che soffre di disturbi di personalità, si era avvicinata al parroco in un momento di fragilità personale, perché pensava di essere posseduta dal demonio.
Nel telefonino di don Dondoli è stato ritrovato un archivio di immagini hot che include anche le foto in intimità tra lui e la ragazza di 19 anni. Sarebbe stata cosparsa dalla testa ai piedi con un unguento «benedetto», massaggiata a lungo, anche sulle parti intime. Poi anche il prete si sarebbe spogliato ed il rapporto sarebbe entrato ancor più in intimità.
La violenza è aggravata, secondo il pubblico ministero, dal disturbo che affligge la giovane. Stando alle perizie, la ragazza non è in grado infatti di acconsentire o meno un rapporto sessuale.
Il difensore del religioso, l’avvocato Francesco Stefani, pensa a un incidente probatorio, mirato a ribaltare la «verità» psichiatrica del consulente del pm.
Gli eventuali reati dovranno essere accertati dal tribunale, ma inevitabilmente il caso di Pietramala avrà ripercussioni anche dal punto di vista ecclesiastico.

Ulteriori approfondimenti sulla Nazione di oggi.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply