“Mi fido di te”, prestito d’onore per il percorso accademico. Le iniziative di BCC Pontassieve

0

Investire sul futuro significa anche aiutare le giovani generazioni nel loro percorso scolastico ed accademico. Per questo BCC Pontassieve, come ogni anno all’avvicinarsi dell’inizio delle lezioni, propone una serie di agevolazioni per gli studenti, con qualche novità.

Come consuetudine la banca del territorio propone “A scuola con Bcc”:per l’anno scolastico 2019-2020 per correntisti e soci ci sarà, presso le librerie e le cartolerie convenzionate, lo sconto fino al 25% per l’acquisto dei libri scolastici ed il 20% per il materiale scolastico. Per usufruire di questa importante agevolazione le famiglie potranno recarsi in una delle Agenzie della Banca per ritirare il buono-sconto e l’elenco delle librerie ed esercizi convenzionati, presso le quali potranno essere ordinati i libri e il materiale scolastico. L’iniziativa termina alla fine di ottobre.

Gli studenti più virtuosi, poi, potranno usufruire di un’altra agevolazione: “Impegno Premiato”. L’iniziativa vuole dare un sostegno a soci o figli e nipoti di soci che hanno ottenuto il massimo dei voti nei vari indirizzi di studio: esami di licenza media, di maturità, o esami di laurea universitaria triennale e specialistica. Potranno sfruttare questa possibilità gli studenti che hanno conseguito i titoli di studio nel periodo 01.08.2018 – 31.10.2019. I giovani verranno premiati durante la tradizionale Festa degli Auguri di Natale organizzata dalla Banca.

Una novità particolarmente interessante è “Mi Fido di Te”,il prestito d’onore che permette di finanziare il percorso accademico e post accademico dei giovani. La BCC insomma sostiene gli studenti e gli permette con più facilità di realizzare i propri progetti, che spesso, li portano lontani da casa con un dispendio economico importante. Per ottenere il prestito non ci sarà neanche bisogno di garanzie patrimoniali da parte dello studente e dei suoi genitori. Un elemento importante, riguarda anche la possibilità di ampliare il prestito nel caso il percorso di studi, svolto con profitto, richieda un maggiore investimento finanziario. Si può iniziare a restituire il prestito due anni dopo il completamento degli studi, con possibilità di una lunga rateizzazione e a condizioni particolarmente vantaggiose, visto che la finalità del finanziamento non sono commerciali, ma sociali.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply