Pontassieve, turismo: in 5 anni presenze aumentate del 14%

0

113.490 è questo il dato ufficiale registrato da TURISTAT per le presenze (notti di soggiorno) in alberghi e strutture ricettive extra-alberghiere nel territorio del Comune di Pontassieve.

I dati di TURISTAT – il sistema informatico utilizzato per la gestione e l’elaborazione dei dati del movimento dei clienti nelle strutture ricettive – certificano un incremento per il territorio di Pontassieve e confermano un buon trend generale. Risultati molto positivi che lasciano ben sperare soprattutto se analizzati in un’ottica di breve-medio termine: dal 2014 ad oggi il numero delle presenze sul territorio è aumentato di circa il 14%.

Anche per la stagione 2018, il vero motore del turismo è stato rappresentato dai cittadini stranieri, circa l’81% del totale delle presenze, che si dividono in modo sostanzialmente equo tra strutture alberghiere ed extra-alberghiere, mentre i turisti italiani sembrano preferire le strutture ricettive come agriturismi e bed and breakfast spesso situate nelle colline del territorio e che, oltre a permettere momenti di svago e relax, offrono l’opportunità di soggiornare a contatto con la natura. Le presenze generali registrate negli alberghi sono state 57.666 contro le totali 55.824 nelle altre strutture ricettive.

“Siamo felici di notare che il flusso turistico di Pontassieve si confermi anche per il 2018 su buoni livelli – afferma Giulia Borgheresi, assessore con delega al turismo e al marketing territoriale del Comune di Pontassieve – l’auspicio per i prossimi anni è sicuramente quello di migliorare ancora valorizzando quel che abbiamo e pensando a nuove idee attrattive. Una via da seguire, ad esempio, è la valorizzazione del Turismo Lento, un approccio innovativo che sta crescendo e che ha recentemente coinvolto anche il nostro territorio. Proprio all’inizio di giugno Pontassieve è stata tappa dell’Associazione “Repubblica Nomade”, ospitando 40 turisti in cammino sulla via di Francesco.”

“Pontassieve da tempo sta investendo nella valorizzazione della qualità dell’esperienza turistica e questi sono i primi frutti. Il turista che sceglie di venire a visitarci ha l’opportunità e il desiderio di riappropriarsi di ritmi, luoghi, sapori, emozioni che evidenziano e rafforzano la qualità del nostro territorio. La tutela del territorio, delle sue risorse ambientali e dei suoi beni culturali – dichiara la Sindaca del Comune di Pontassieve, Monica Marini – è stata ripagata non solo con l’incremento dei flussi turistici di qualità ma anche con le opportunità per lo sviluppo che esse offrono al sistema economico di Pontassieve e di tutta la Valdisieve.”

Anche nel 2018 Pontassieve risulta tra i centri maggiormente visitati della provincia fiorentina confermando dunque di essere un importante polo di attrazione turistica, un turismo che ricomprende anche chi sceglie Pontassieve per la sua posizione strategica, sfruttandola come base di partenza per le varie escursioni alla scoperta di città d’arte e delle bellezze naturalistiche del territorio toscano.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply