Treno del sabato sera Fi-Borgo cancellato, Omoboni: “La Regione prenda seri provvedimenti”

0

«Un fatto molto grave: dopo la chiusura della biglietteria della stazione di Borgo San Lorenzo, addirittura adesso si toglie un treno per il quale c’era un preciso accordo. A questo punto la Regione Toscana deve prendere serissimi provvedimenti nei confronti di Trenitalia, che non sta rispettando niente di ciò che è previsto nel contratto e negli accordi». Sono le parole del presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni, molto arrabbiato verso Trenitalia che ha cancellato la sperimentazione prevista fino a settembre del treno notturno del ‘sabato notte’ da Firenze per Borgo San Lorenzo. Ne parla il quotidiano La Nazione.
Regione e Unione dei Comuni del Mugello avevano contribuito economicamente alla spesa, pagando Trenitalia e concordando 6 mesi di sperimentazione del servizio con partenza da Borgo alle 21.30 e ritorno da Firenze alle 0.40.
Passeggeri mugellani beffati, dunque. Il quotidiano fiorentino riporta la testimonianza di una giovane, costretta sabato scorso a trascorrere la notte a Firenze per l’impossibilità di tornare in Mugello.
A quanto ricostruito dalla nostra redazione sembra però che non si tratterebbe di una cancellazione della sperimentazione bensì di un episodio isolato.

Ed oggi è il giorno del tavolo che la Regione ha convocato con Trenitalia e RFI al quale prenderanno parte i sindaci della zona per capire i motivi dei continui disservizi che stanno caratterizzando la tratta ferroviaria Firenze SMN-Borgo San Lorenzo.
A Dicomano è stato approvato ad unanimità in Consiglio comunale un ordine del giorno sulla circolazione ferroviaria, presentato dal gruppo Centrodestra Dicomano.
“L’ordine del giorno pone l’accento sulla necessità di una informazione più puntuale ai cittadini, riguardo ai rimborsi, servizi sostitutivi e altri temi” scrive Giannelli in una nota, aggiungendo che “i mesi di maggio e giugno sono stati un calvario per i pendolari; auspichiamo quindi che il tavolo di confronto, che avrà la prima riunione oggi, possa risolvere queste criticità”.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply