“CivicaMente”: la lista civica borghigiana si presenta a sostegno di Omoboni

0

Una seconda lista civica a Borgo San Lorenzo, a sostegno del sindaco uscente Paolo Omoboni. Sarà presentata domani alle 18:00 nella Saletta Pio La Torre. Si chiama “CivicaMente“.
Ecco la nota integrale che la lista ha diffuso nelle scorse ore:
“Oggi il nostro paese ha bisogno di competenze, passione e senso di responsabilità, non di slogan urlati, accuse e polemiche. Amministrare è un impegno serio.
“CivicaMente” nasce da un gruppo di persone dalle più varie provenienze, accomunate da intenti condivisi e dal desiderio di dare un contributo costruttivo alla crescita di Borgo San Lorenzo. Negli ultimi cinque anni il Sindaco e il suo gruppo hanno impresso dinamismo alle attività comunali, dimostrando di voler andare oltre le vecchie impostazioni.
Bisogna però essere onesti. Non tutto è andato per il verso giusto: alcuni atteggiamenti e scelte non hanno portato i risultati che avremmo sperato. C’è quindi bisogno di migliorare ancora, di essere più coraggiosi nel coinvolgimento delle persone, ricercando i migliori apporti, valutando i progetti con attenzione e liberandosi ancor più da vincoli e condizionamenti.
Questo vuole “CivicaMente”. Una proposta nuova, un gruppo aperto a tutti coloro che vogliono offrire un contributo propositivo e responsabile al nostro paese, aiutando il Sindaco e l’Amministrazione comunale a raggiungere l’obiettivo di cinque anni ancora migliori.
Lo vogliamo fare con un approccio pragmatico e moderato, vogliamo dare risposte concrete e fattibili ai bisogni del nostro paese, alla necessità percepita da tutti di una crescita sociale, culturale ed economica. Vogliamo mettere a disposizione come pungolo per l’Amministrazione che verrà l’azione del nostro gruppo, che si è formato per indicare insieme un cammino di miglioramento e di progresso.
La nostra vuol essere una compagine impegnata a costruire e proporre, non a polemizzare e semplicemente contrapporre. Crediamo perciò in un linguaggio eticamente corretto e in toni pacati per portare avanti la nostra azione politica. Per questo ci siamo dati un codice di autoregolamentazione che impone ad ogni partecipante di non rispondere ad eventuali polemiche o ad accuse personali. I nostri candidati si sono impegnati a fare una campagna elettorale in positivo e mai contro qualcuno, nella speranza di essere un buon esempio per tutti”.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply