Furto di trial alla Beta Motor di Rignano, l’azienda sui social: “Moto incomplete e pericolose”

0

Furto alla Beta Motor di Rignano sull’Arno. I ladri si sarebbero introdotti nel magazzino della storica azienda delle due ruote da trial rubando diversi e non pochi mezzi, ancora da quantificare.
Trafugate moto RR 2T 125, 200, 250, 300 e XTrainer. Non ci sarebbero stati danni alla struttura, come scrive La Nazione, dunque si può ipotizzare che chi ha commesso il furto conosca lo stabile e che cerchi di rivendere i mezzi sul mercato nero o all’estero.
Dall’azienda massimo riserbo in attesa che gli inquirenti facciano luce. Intanto arriva un appello tramite i social anche legato alla sicurezza: “Che le Beta andassero a ruba, già lo sapevamo ma non fino a questo punto! Ieri purtroppo abbiamo avuto un brutto risveglio.
Il nostro magazzino a Rignano è stato scassinato e un lotto di moto è stato rubato (RR 2T 125/200/250/300 e XTrainer).
Vi raccomandiamo la massima attenzione: in caso vi vengano offerte delle Beta a prezzi bassissimi, scrivete immediatamente a support@betamotor.com per una verifica sul VIN (numero telaio) sospetto: basta fotografare il numero punzonato sul cannotto di sterzo. Vi preghiamo di tener conto che non parliamo solo di eventuale complicità con un furto. Desideriamo allertarvi per vostra stessa tutela: il lotto di moto rubate era incompleto di alcuni componenti. Queste moto dunque, oltre a non poter essere immatricolate, non possono funzionare correttamente!
Se venite in contatto con una moto sospetta, avvisateci.
Grazie per il vostro aiuto!”

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply