(AUDIO) Rossi: “Rientrare alle 00:40? Presto per i giovani. OK corse festive in fasce vuote, ma…”

0

Di ieri la notizia (LEGGI QUI) della partenza domenica prossima di una coppia di treni festivi sulla Borgo San Lorenzo-Firenze via Faentina. Il convoglio partirà da Borgo S.Lorenzo alle 10.38 ed arriverà a Firenze SMN alle 11.18. Il treno del ritorno partirà da Firenze alle ore 18.40.
Poi dal 6 aprile, in via sperimentale per 6 mesi, sarà inserita nella programmazione ferroviaria una coppia di treni notturni che collegheranno il Mugello e Firenze nel fine settimana.
I convogli partiranno il sabato sera da Borgo San Lorenzo alle ore 21,32 con arrivo a Firenze Santa Maria Novella alle ore 22,11. Il ritorno è programmato con partenza da Firenze Santa Maria Novella alle ore 00,40 ed arrivo a Borgo San Lorenzo alle ore 1,20.
Il Comitato dei pendolari, pur accogliendo positivamente qualsiasi novità atta ad implementare il servizio, appare critico, soprattutto sulla sperimentazione del sabato sera, già attuata nel 2016 con risultati non brillanti: “Questo ci ha stupiti – dice Massimo Rossi del Comitato pendolari – La Regione lo aveva bocciato dopo il 2016. Partire da Firenze per rientrare in Mugello alle 00:40? E’ difficile poter pensare che la sperimentazione sia rivolta ai più giovani. La movida a quell’ora deve praticamente iniziare. Noi auspichiamo che davvero il sevizio possa avere un esito diverso da quello di 3 anni fa, quando la pochissima utenza sconsigliò Regione e Trenitalia da portare avanti il percorso su questo orario del treno notturno”.
Il Comitato pendolari accoglie più positivamente invece, seppur con qualche riserva, la coppia di treni domenicali: “La sperimentazione della domenica è nuova – dice ancora Rossi – Si tratta di una novità assoluta e crediamo che andrà ad incontrare il favore dell’utenza, poiché si inserisce in una fascia oraria di vuoto. Tra le 9:32 e le 12:32 nessun treno da Borgo SL infatti parte per Firenze. Le nostre proposte erano diverse o comunque migliorative rispetto a questa fascia. Si aiuta chi va a far shopping la domenica, ma questa novità non ha nulla a che fare con chi ogni giorno si reca per lavoro o per studio in città“.

Ascolta qui l’intervista integrale

 

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply