Turismo e Dante, Mugello e San Godenzo insieme. Il Comune nell’Ambito Mugello

0

L’Appennino tra Romagna e Toscana sulle tracce del Sommo Poeta… Un cammino slow lungo “Le Vie di Dante”, da Firenze a Ravenna, passando dal Mugello. E’ il progetto dell’Apt Emilia Romagna e l’Agenzia regionale Toscana Promozione Turistica a cui aderisce anche l’Unione dei Comuni del Mugello.
L’esilio di Dante del 1302, il viaggio che lo condusse da Firenze a Ravenna attraversando l’Appennino tosco-romagnolo, è diventato da qualche mese un “prodotto turistico all’insegna di ritmi slow tra cultura e natura, seguendo l’attitudine del nuovo turista: arrivare a una forma d’integrazione che renda sempre più piacevole e vivace il suo soggiorno”. Dopo le presentazioni ufficiali e i momenti promozionali come la Bit, ieri a Borgo San Lorenzo si è tenuta da parte dell’Apt Emilia Romagna e di Toscana Promozione la presentazione più operativa del progetto ad agenzie turistiche e associazioni di categoria del territorio. Presenti anche alcuni amministratori locali: l’assessore al Turismo dell’Unione dei Comuni e sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti, l’assessore borghigiano Cristina Becchi, l’assessore marradese Vittoria Mercatali e quello dicomanese Donatella Turchi, oltre che il sindaco di San Godenzo Alessandro Manni. E la presenza del primo cittadino sangodenzino a questo incontro in Mugello non è affatto casuale: in primis perché San Godenzo è nel cammino dantesco – nell’Abbazia del borgo si riunì nel giugno 1302 il Convegno dei fuoriusciti Guelfi e Ghibellini (da qui la rievocazione storica del ‘Dante Ghibellino’) -, e poi perché il Comune ha intenzione di aderire alla gestione associata di promozione turistica che l’Unione dei Comuni del Mugello cura e coordina per tutto il territorio. Una scelta che si lega alla recente costituzione dell’Ambito Turistico Mugello, nel quale San Godenzo è ricompreso, com’è stabilito nel Testo Unico sul Turismo della Toscana.
Il varo della gestione associata a 9 Comuni è prevista nei primi mesi del 2019, ma già è stata espressa la volontà comune di avviare presto l’iter.
“Il Comune di San Godenzo ha deciso di aderire alla nostra gestione associata sul turismo. Ci fa piacere – sottolinea l’assessore al Turismo dell’Unione dei Comuni del Mugello Federico Ignesti – perché così possiamo far crescere insieme il territorio, anche pensando alla presenza del comune nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e alle iniziative turistiche nel nome di Dante”. Prosegue l’assessore Ignesti: “L’appuntamento con le celebrazioni dantesche previste in occasione del 700° anniversario della morte del poeta, nel 2021, dovrà vedere, a nostro avviso, una valorizzazione in tempi brevi della Ferrovia Faentina, linea di raccordo fondamentale tra Firenze e Ravenna, un potenziamento per migliorare il servizio e meglio integrarsi con la tramvia e gli altri servizi infrastrutturali fiorentini”. E conclude: “Come diciamo da tempo, il potenziamento della linea e dei servizi può favorire in contemporanea flussi turistici e benefici per tutti i pendolari. Rinteniamo però indispensabile – chiosa – una posizione convinta del Comune di Firenze, di Città Metropolitana e Regione Toscana. E lo stesso vale per l’Emilia Romagna”.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply