San Piero, scultura: domani le premiazioni per gli artisti del Simposio “Antonio Berti”

0

Ultime rifiniture a San Piero, presso il Parco Antonio Berti per i 6 giovani artisti impegnati da mercoledì 12 nella sedicesima edizione del Simposio di Scultura “Premio Antonio Berti”, evento biennale dedicato all’arte che vede coinvolti gli studenti delle più importanti Accademie di Belle Arti italiane ed europee. Nell giornata di ieri i ragazzi hanno ricevuto nel loro laboratorio a cielo aperto, la visita dei ragazzi di terza, quarta e quinta del Liceo “Giotto Ulivi” di Borgo San Lorenzo, accompagnati dai loro insegnanti. Un incontro nel quale gli artisti hanno presentato il loro lavoro e la loro passione per l’arte, fra le domande e le curiosità degli studenti. Il tutto sotto la guida del Professor Antonio Di Tommaso dell’Accademia delle Belle Arti di Firenze, vera e propria anima della manifestazione, promossa dalla Proloco di San Piero a Sieve, con il Patrocinio del Comune di Scarperia e San Piero e della Regione Toscana e con la collaborazione dell’Accademia di Belle Arti di Firenze e di quella di Carrara, il Comune di Firenzuola, l’Unione Montana dei Comuni del Mugello, la Rete per la Cultura Contemporanea del Levante Fiorentino e la Fondazione per la Scultura Antonio Berti.
Luigi Mancuso, autodidatta, Anna Torre, Accademia di Carrara, Wimar Van Ommen, Accademia di Firenze, Aurora Avvantaggiato, Accademia di Bari, Angelica Mazzulli, Accademia di Firenze, Ines Menglu Cui, Accademia di Firenze stanno realizzando opere scultoree utilizzando un blocco di pietra serena, proveniente dalle cave di Firenzuola. Proprio a Firenzuola finirà poi, una volta terminato il Simposio, l’opera premiata dalla giuria popolare, insieme ad un’altra delle sei, mentre le restanti quattro, tra cui quella vincitrice in base la voto della giuria tecnica, saranno a disposizione del Comune di Scarperia e San Piero. L’atmosfera che hanno potuto ammirare i giovani ospiti, nell’osservare gli scultori all’opera, è una nube di polvere bianca, dovuta alla lavorazione della pietra con la mola e gli scalpelli, avvolge gli scultori concentrati nel loro lavoro di tirar fuori in poco tempo un’opera di grande impatto visivo ed emotivo. E sabato 22, alle 16.30 la premiazione del vincitore in un clima di festa che culminerà in un’apericena ed in un concerto di musica dal vivo di “Guanto e i galletti”.
Il Simposio di Scultura nasce dalla volontà di rendere omaggio alla figura del grande scultore e conterraneo Antonio Berti. Lo scultore, profondamente legato alla sua terra, verrà ricordato con la creazione, da parte degli studenti ammessi, di opere contemporanee realizzate da blocchi di pietra serena provenienti dalle montagne di Firenzuola.

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply