(AUDIO) In arrivo i bollettini della tassa di bonifica, Bottino: “23 milioni di investimenti. Ecco a cosa serve”

0

Saranno recapitati in questi giorni anche in Mugello e in Valdisieve gli avvisi di pagamento del contributo di bonifica del consorzio Medio Valdarno, in pratica la “tassa” che i proprietari di immobili devono pagare per la manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua. Una scadenza che lo scorso anno provocò uno scossone perché, per la prima volta, si applicavano nuovi criteri e iniziavano a pagare i cittadini di una buona parte di Firenze che in precedenza erano rimasti esonerati dal tributo. La tassa andrà a coprire i 23 milioni di investimenti effettuati dal Consorzio nel 2017, in aumento rispetto a quelli del 2016, ma la tassa subirà solo lievi e trascurabili rincari. Nella lettera i contribuenti – oltre mezzo milione di proprietari di immobili che ricevono un beneficio dalla bonifica dei corsi d’acqua – troveranno il bollettino, ma il pagamento può avvenire anche online. Come già lo scorso anno, se non sarà rispettato il termine indicato dall’avviso di pagamento arriverà in seguito la cartella esattoriale con una maggiorazione sull’importo.
Il consorzio Medio Valdarno svolge la manutenzione delle opere idrauliche e dei corsi d’acqua che attraversano le città di Firenze, Pistoia, Prato, Empoli e le campagne della Valdelsa, del Mugello, della Valdisieve, del Chianti, delle vallate dell’Ombrone Pistoiese e dei comuni a nord di Siena.
Ai nostri microfoni il presidente del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno Marco Bottino spiega in cosa consiste il lavoro del Consorzio, parla di aumenti trascurabili rispetto allo scorso anno e dà delucidazioni sui metodi di pagamento del tributo.

Maggiori info: http://www.cbmv.it/

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply