(AUDIO) “La Rosa Dei Venti”: in questa puntata gli scenari post-elezioni

0

E ora?

Chiaramente la domanda si riferisce a cosa aspettarsi ora dopo la tornata elettorale di domenica 4 marzo, con un risultato quasi scontato, sul nome del vincitore/i, magari meno dal punto di vista numerico.
Ha vinto SI il Movimento 5 stelle, in modo anche fragoroso, ma i numeri dicono che il Movimento da solo difficilmente potrà dar vita al governo della XVIII legislatura, tanto che il Quirinale potrebbe addirittura dare un mandato esplorativo a un esponente del centrodestra (Salvini), che come coalizione esce dalle urne con il maggior numero di seggi, anche se insufficienti pure per loro per parlare di maggioranze assolute.
Da qui la domanda banale e scontata al tempo stesso:  E ORA?
Vedete possibile la formazione di un governo Movimento 5stelle/centrodestra come del resto qualcuno degli eletti nel centrodestra non ha escluso ai nostri microfoni nonostante tutte le differenze che sulla carta esistono e che potrebbero ad oggi apparire insormontabili?
Oppure il PD che è uscito dalle urne, fortemente ridimensionato nei numeri e a pezzi nella struttura dirigenziale, se è vero che Renzi si è dimesso da segretario, o si dimetterà, potrebbe però in una stagione deficitaria diventare l’ago della bilancia dal quale non si potrebbe prescindere per far partire la legislatura?  Magari venendo meno anche all’impegno della campagna elettorale, mai inciucio con il centrodestra.

Riascolta i pareri di Eugenio Giani, Giuseppe Matulli, Paolo Cocchi, Paolo Bartolozzi, Paolo Cocchi e Fabio Rubino.

 

Condivi su:

Scritto da

Avatar

Leave A Reply