(AUDIO) “La Rosa Dei Venti”: in questa puntata la ‘Bretella di Firenzuola’

0

Nell’ultima puntata in onda della Rosa dei Venti abbiamo parlato della “Bretella di Firenzuola” con i nostri opinionisti.
Ecco come abbiamo introdotto ed affrontato il tema:
“Nei periodi che precedono una qualsiasi, consultazione elettorale fioccano le promesse dai partiti, in verità queste forme per accaparrarsi il consenso in taluni casi vengono, o sono state usate anche lontano dalle elezioni, magari come ristoro per interventi sul territorio che hanno provato per periodi lunghissimi gli stessi abitanti. Nel 1992 fra società Autostrade e gli enti locali si conviene con tanto di accordo fra le parti che con un casello autostradale sulla costruenda variante di valico si raggiunga Firenzuola con una bretella quasi interamente in galleria, per consentire a questa comunità di uscire da una sorta di isolamento, che specialmente nei periodi invernali scaturiva proprio dalle precipitazioni nevose che interessavano la zona. Passa il tempo la variante si materializza con ritardo tanto da vederne il taglio del nastro solo all’antivigilia di natale del 2015 ma la bretella di Firenzuola ancora non si vede, soltanto un anno più tardi il 30 gennaio 2017 arriva il casello Firenzuola-Mugello, si procede a piccoli passi ora mancherebbe solo la bretella, nuove disposizioni in materia di viabilità che nel frattempo sono arrivate non consentono più la costruzione del tunnel a canna unica come da progetto iniziale, per raggiungere Firenzuola senza dover salire fino ai 903m di altitudine della passo della Futa, verrà dunque migliorata solo l’attuale viabilità ordinaria. Dopo 25 anni dalle prime firme questa soluzione è davvero da considerarsi una “beffa” come qualcuno ha scritto? Oppure, nonostante tempi “biblici” la soluzione è da considerarsi un risultato apprezzabile?”.
Riascolta qui la puntata in onda con i nostri opinionisti Paolo Cocchi, Paolo Bartolozzi, Fabio Rubino, Giuseppe Matulli ed Eugenio Giani.

 

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply