Da venerdì si torna a scuola: ecco quanti studenti saranno sui banchi in Valdisieve e Valdarno

0

Per gli studenti dei Comuni dell’Unione Valdarno Valdisieve la prima campanella sta per suonare. L’anno scolastico, come ormai consuetudine, partirà venerdì 15 settembre.
Il maggior numero di ragazzi che torneranno sui banchi di scuola si trovano nel comune di Pontassieve. I giovani pontassievesi saranno in tutto 2334 (lo scorso anno erano circa 2253): 589 frequenteranno le scuole per l’infanzia (statali e parificate), 1054 quelli delle scuole primarie a cui si aggiungono 94 della Scuola Parificata Giuntini, infine 548 saranno i ragazzi che frequenteranno la Scuola Secondaria di Primo Grado.
A Reggello gli studenti saranno in tutto 1132 (nel 2016 erano 1109), 293 nella scuola per l’infanzia, 527 nella scuola primaria e 312 nella scuola secondaria. A Pelago gli alunni totali saranno 782 (791 nel 2016): 149 alla Scuola per l’Infanzia, 369 alla primaria e 264 alla Secondaria di Primo Grado. Spostandoci a Rufina gli iscritti totali sono 633 (lo scorso anno erano 664), 133 gli iscritti alla Scuola per l’Infanzia, 296 alla primaria e 204 alla Secondaria di Primo Grado.
Numeri ridotti, ma offerta formativa di qualità nelle scuole dei comuni più piccoli dell’Unione: sono in tutto 172 gli studenti di Londa (lo stesso numero del 2016), 64 iscritti alla Scuola dell’Infanzia, 75 alla Primaria e 63 alla Secondaria di Primo Grado. Ricordiamo che a Londa i numeri non troppo alti permettono di portare avanti da quattro anni il progetto “A scuola come a casa” incentrato sulla cooperazione, la responsabilità e l’autonomia dei ragazzi.
Settimo anno a San Godenzo per la “Scuola senza Zaino” progetto che ha avuto diversi riconoscimenti anche a livello nazionale, i bambini iscritti alla Scuola per l’Infanzia sono 24. Gli iscritti alla primaria sono 70 con un incremento di ben 12 bambini, la metà circa dei quali provenienti da altri comuni.

Fonte: Ufficio Stampa Unione dei Comuni Valdarno Valdisieve

Condivi su:

Scritto da

Redazione

Leave A Reply